Docente: Prof. LUKASZ STRZYŻ-STEINERT

 

Giustificazione

La riflessione sul senso e sul modo della Rivelazione Cristiana costituisce il vero fondamento della presentazione sistematica della fede e il punto di partenza del dialogo tra Chiesa e mondo nella sua missione di «rendere ragione della speranza che è in voi» (cf. 1 Pt 3,15).

Obiettivi

Il corso intende introdurre ai temi principali della riflessione teologico-fondamentale sulla Rivelazione Cristiana e di metterne in luce gli elementi di particolare attualità nell’ambiente cultuale e religioso del mondo odierno.

Contenuti

Il corso si sviluppa in tre momenti. Nel primo momento, riguardante l’epistemologia teologica, si pongono le domande sulla natura e sui modelli di teologia fondamentale. Il secondo momento si occupa dell’evento fondativo della Rivelazione come automanifestazione di Dio in Cristo, analizzando i temi attorno alla relazione tra la Rivelazione e Scrittura, Tradizione, storia, Magistero. Il terzo momento si dedica alla contestualizzazione dei contenuti nell’orizzonte culturale e religioso odierno.

Metodologia e distribuzione del tempo di lavoro

Lezioni frontali e letture personali, scelte in accordo con il Docente. Durante le lezioni saranno favoriti momenti di domande di approfondimento e di interventi sulla base dei testi studiati.

Criteri di valutazione

Esame orale alla fine del corso sulla base dei contenuti esposti e della lettura personale. Presenza e partecipazione in aula saranno criteri aggiuntivi.

Bibliografia

  • A. DULLES, Modelli della rivelazione, Roma 2010.
  • W. KERN – H.J. POTTMEYER – M. SECKLER (ed.), Corso di teologia fondamentale, Brescia 1990.
  • R. LATOURELLE, Teologia della rivelazione, Assisi 1996.
  • G. LORIZIO (ed.), Teologia fondamentale. I: Epistemologia, Roma 2004; II: Fondamenti, Roma 2005.
  • H. VERWEYEN, La parola definitiva di Dio. Compendio di teologia fondamentale, Brescia 2001.
  • Ulteriore bibliografia sarà fornita secondo le richieste e necessità durante il corso.