La rivista è nata nel 1947 con il nome Ephemerides Carmeliticae come rivista della Pontificia Facoltà Teologica Teresianum e ha ricevuto nel 1982 in occasione del quarto centenario della morte di Teresa di Gesù il nome Teresianum. Pubblicata all’inizio con tre, poi con due fascicoli, la rivista si è specializzata soprattutto nell’ambito della spiritualità carmelitana, ma aprendo la sua produzione anche a contributi della teologia spirituale e dell’antropologia teologica. Come particolarità si ricordi il volume 5 che raggruppa gli anni 1951-1954.

Alcuni anni hanno dato luogo alla pubblicazione di un fascicolo unico: nel 1959 su Santa Teresa Margherita del Cuor di Gesù (Formazione, Spirito, Scritti), nel 1962 sulla contemplazione nella scuola teresiana in occasione del quarto centenario della fondazione di San José ad Ávila, nel 1966 sul mistero della Chiesa nella coscienza dei santi, nel 1970 su Santa Teresa come dottore della Chiesa, nel 1974 su San Tommaso, nel 1982 su Santa Teresa in occasione del quarto centenario della sua morte, nel 1999 su Edith Stein in seguito alla sua canonizzazione, nel 2001 sulla teologia spirituale con la pubblicazione di un convegno tenuto al Teresianum. Nel 2015, per il quinto centenario della nascita di Santa Teresa, sarà pubblicato il convegno teresiano internazionale di novembre 2015 nella nostra facoltà.

È stata diretta da vari carmelitani professori nella facoltà come Tomás Álvarez (1963-1966), Federico Ruiz Salvador (1967-1973), Eulogio Pacho (1974-1982), Virgilio Pasquetto (1983-2006), Silvio José Báez Ortega (2006-2008), Denis Chardonnens (2009-2014), Christof Betschart a partire dal 2014.