Docente: Prof. Christof Betschart

 

Giustificazione

In un percorso per formatori e responsabili di comunità non si può trascurare la questione di chi forma e chi viene formato, cioè la persona umana appartenente al genere umano, uomo o donna, unica.

Obiettivi

Gli studenti saranno confrontati con i presupposti antropologici della formazione umana e religiosa. Sapranno situare le grandi linee interpretative del tema dell’imago Dei come viene tematizzato nell’antropologia teologica odierna. Coglieranno la complessità della questione della libertà umana e la specificità dell’approccio cristiano.

Contenuti

La prima parte del corso si incentra sul rapporto tra visione antropologica e formazione umana e religiosa. Diverse prospettive antropologiche contemporanee sono considerate dal punto di vista delle loro conseguenze nella formazione. A partire da questa contestualizzazione si cercherà di mostrare la specificità di un’antropologia cristiana e la formazione che ne risulta. La seconda parte del corso si dedica a un aspetto chiave dell’antropologia teologica, cioè la fede nell’uomo e nella donna creati a immagine e somiglianza di Dio (cf. Gen 1,26s.). A partire da un’introduzione biblica e storica, diverse questioni saranno considerate nella prospettiva dell’imago Dei: la corporeità della persona umana, la sua anima (in particolare dal punto di vista dell’interiorità e della conoscenza di sé), la relazionalità della persona, la sua libertà, il suo desiderio di felicità, la dimensione cristologica dell’immagine, perché la sua fonte e il suo compimento sono in Cristo. In tutto il corso, Edith Stein riceve un’attenzione privilegiata per un duplice motivo: il fatto che stabilisca esplicitamente un legame tra antropologia e pedagogia e che ricerchi un’articolazione tra prospettiva naturale e soprannaturale.

Metodologia

Le lezioni saranno di solito frontali con la possibilità per gli studenti di interagire con l’insegnante. Alcuni documenti saranno distribuiti agli studenti: piano, bibliografia, pdf dei testi da leggere insieme.

Criteri di valutazione

L’esame orale a fine semestre comprende domande sul corso (alcune tesi da preparare) e domande sulle letture proposte nel corso.

Distribuzione del tempo di lavoro

24 ore di lezioni, il resto viene dedicato alla lettura dei testi obbligatori e alla preparazione dell’esame.

Bibliografia

  • ANCONA G., Antropologia teologica. Temi fondamentali, BTC 171, Queriniana, Brescia 2014.
  • COMMISSIONE TEOLOGICA INTERNAZIONALE (a cura di), Comunione e servizio. La persona umana creata a immagine di Dio, Magistero 322, Milano 2005.
  • LADARIA, L. F., Introduzione alla antropologia teologica, Theologia 6, PUG, Roma 2011 (originale 1992).
  • RUIZ DE LA PEÑA, J. L., Immagine di Dio. Antropologia teologica fondamentale, Borla, Roma 1992.
  • STEIN E., Formazione e sviluppo dell’individualità, tr. it. di A.M. Pezzella e A. Togni, Città Nuova – Edizioni OCD, Roma 2017.
  • ID., La struttura della persona umana. Corso di antropologia filosofica, tr. it. di Michele D’Ambra, Città Nuova/Edizioni OCD, Roma 2013.