Docente: Prof. IAIN SCOTT MATTHEW 

 

Giustificazione

L’Istituto di Spiritualità del Teresianum crede e propone che la chiave e la possibilità ultima della teologia spirituale è il Cristo Risorto.

Obiettivi

Vogliamo esplorare insieme il mistero di Cristo, vivo e presente nella Chiesa, come fonte di vita spirituale e forma della trasformazione dell’uomo.

Contenuti

Esaminiamo il significato della risurrezione di Cristo per la nostra visione di Dio e dell’uomo; la vitalità permanente dei misteri della vita terrena di Gesù; lo slancio escatologico che la risurrezione di Cristo dà alla teologia spirituale; e la fede nel Risorto in un mondo pluralistico.

Metodologia

Una serie di lezioni registrate, con momenti di lavoro personale dallo studente.

Criteri di valutazione

Un esame finale in forma di elaborato.

Distribuzione del tempo di lavoro

La maggior parte delle ore a disposizione verranno utilizzate per lezioni registrate, riservando un congruo tempo ai lavori dallo studente.

Bibliografia

  • Dispensa di testi scelti (da Leone Magno, Teresa di Gesù, Giovanni della Croce, John Henry Newman).
  • BENEDETTO XVI, Spe Salvi, LEV, Roma 2007.
  • BENEDETTO XVI, Gesù di Nazaret, I & II, LEV, Roma 2007, 2011.
  • M. BORDONI, Christus Omnium Redemptor, LEV, Roma 2010.ù
  • S. CASTRO, Cristo Vida del hombre, EDE Madrid, 1991.
  • A. COZZI, Gesù Cristo tra le religioni, Cittadella, Assisi, 2005.
  • E. GALLI, Il mistero del Figlio nei Suoi misteri, Casa Editrice Miscellanea Franciscana 2015.
  • A. KELLY, The Resurrection Effect, Orbis, New York 2008.
  • L. F. LADARIA, Gesù Cristo salvezza di tutti, EDB 2009.
  • C. SCHÖNBORN, L’Icona di Cristo, San Paolo, Milano 1988. 
  • M. VANZINI, «Il Corpo Risorto di Gesù Cristo nel dibattito teologico recente», Annales Theologici 26 i 2012, pp.153-220.