Docente: Prof. Bernard Łukasz Sawicki

 

Giustificazione

Il rapporto tra la spiritualità e l’arte esiste da sempre. L’espressione delle esperienze religiose, sia quelle vissute che ricercate, ispiravano molte opere d’arte. Purtroppo, oggi l’arte e l’esperienza spirituale stanno lontano: l’arte di valore cerca di offrire la sua propria spiritualità invece la profonda esperienza spirituale puo` esprimersi con le opere di gran valore. Grazie a questa discrepanza, l’esperienza artistica viene percepita sempre di più come un sostituto della spiritualità. Invece se guardiamo bene il contesto antropologico dell’arte, non possiamo non notare la sua apertura spirituale e teologale. Così l’esperienza con l’arte può e deve diventare la strada verso una profonda esperienza spirituale e il modello della trasformazione del nostro cuore.

Obiettivi

  1. a) conoscenza generale dei concetti basilari dell’esperienza artistica.
  2. b) consapevolezza dell’affinità tra esperienza artistica e spirituale.
  3. b) capacità di interpretare le azioni artistiche in chiave spirituale.
  4. c) conoscenza della possibilità dell’interpretazione spirituale dell’opera d’arte.
  5. d) capacità nell’uso di alcune pratiche artistiche per la formazione spirituale.

Contenuti

  1. a) La dimensione spirituale della percezione umana.
  2. b) Creatività quale modo di trasmettere l’esperienza spirituale.
  3. c) Lo stile quale integrazione della spiritualità con la vita.
  4. d) Performance quale forma di testimonianza.
  5. e) L’espressione come esperienza cristologica.
  6. f) L’atmosfera quale passaggio antropologico e trascendente tra l’arte e la spiritualità.
  7. e) “L’amore della lettura e il desiderio di Dio”.
  8. f) La poesia come esperienza spirituale.
  9. g) L’arte di guardare.
  10. h) L’arte di ascoltare.

Metodologia

Lezioni frontali con elementi di laboratorio, analisi di testi letterari e di opere d’arte

Criteri di valutazione

La partecipazione nelle lezioni, partecipazione negli esercizi, la qualità dell’elaborazione di un tema scelto dallo studente, un questionario finale (testo)

Distribuzione del tempo di lavoro

24 ore di lezioni, 30 ore per le letture e studio personale, 15 ore nella preparazione dell’elaborato, 10 ore per la preparazione prima del questionario finale

Bibliografia

  • CAMERON, J., The Artist’s Way: 25th Anniversary Edition. New York: Tarcher Perigee, 2002.
  • COLEMAN, E.J., Creativity and Spirituality. Bonds between Art and Religion, State University of New York Press 1998.
  • COMETA, M., Perché le storie ci aiutano a vivere. La letteratura necessaria, Raffaello Cortina Editore, Milano 2017.
  • DEMETRIO, D., I sensi del silenzio. Quando la scrittura si fa dimora, Mimesis, Milano-Udine, 2012.
  • DISSANAYAKE, E., Art and Intimacy. How the Arts Began, University of Washington Press, Seattle – London 2000.
  • DYRNESS, W., Poetic Theology: God and the Poetics of Everyday. Grand Rapids: Eerdmans, 2010.
  • FISHER-LICHTE, E.,  Estetica del Performativo. Una Teoria del Teatro e Dell’arte. Roma: Carocci Editore, 2016.
  • FOX, M., Creativity: Where the Divine and Human meet, Tarcher Perigee, New York 2004.
  • GRIFFERO, T., Atmosferologia, Estetica degli spazi emozionali, Roma-Bari 2010.
  • LECLERCQ, J., Cultura umanistica e desiderio di Dio. Studio sulla letteratura monastica del Medioevo Firenze:G.C. Sansoni Editori 1988.
  • STOLTZFUS, P., Theology as Performance. Music, Aesthetic, and God in Western Thought, T&T Clark, New York – London 2006.
  • TRAWÖGER, S., Ästhetik der Performativen und Kontemplation, Verlag Ferdinand Schöningh 2019.
  • VALTERS Paintner, C.,. The Artist’s Rule: Nurturing Your Creative Soul with Monastic Wisdom. Notre Dame: Sorin Books, 2011.
  • VALTERS Painter, C., Awakening the Creative Spirit: Bringing the Arts to Spiritual Direction. New York: Morehouse Publishing, 2010.
  • WATKINS, James,  Creativity as Sacrifice: Toward a Theological Model for Creativity in the Arts. Minneapolis: Fortress Press, 2015.