Docenti: Prof. Luis Jorge GONZÁLEZ

 

Obiettivi

Sviluppare nei partecipanti l’identità e la capacità di essere mediatori tra la persona e il suo pensiero, in rapporto con gli altri. Sviluppare le competenze per suscitare persone auto-dirette, utilizzando le capacità cognitive necessarie per alte prestazioni, indipendentemente e come membri di una comunità.

Contenuti

1) Missione. 2) Strumenti (rapporto, repertorio di risposte non giudicanti: pausa, parafrasi, precisione nel linguaggio, domande di mediazione). 3) Mappe di conversazione (a. Pianificazione, b. riflessione, c. soluzione dei problemi. 4) Capacità del coach cognitivo. 5) Categorie di feedback. 6) Filtri della percezione. 7) Linguaggio non-verbale. 8) Quattro funzioni di supporto: a. Coaching Cognitivo; b. Collaborazione; c. Consultazione; d. Valutazione.

Metodologia

Prevalentemente pratica. Dimostrazioni. Teoria per capire il training mediante esercizi pratici di coaching da persona a persona.

Criteri di valutazione

Partecipazione a tutte le ore di training. Dimostrazione di aver acquisito le competenze per offrire il Coaching cognitivo.

Distribuzione del tempo

Il 10% del tempo sarà dedicato all’esplicazione teorica degli esercizi di coaching. Il 90% restante impiegato nella pratica del coaching.

Bibliografia

  • A. L. COSTA – R. J. GARMSTON, Cognitive Coaching, Christopher-Gordon Publishers, Norwood (MA) 20022.
  • A. L. COSTA – R. J. GARMSTON, Coaching Cognitivo. Manuale per la formazione di base, revisione di J. ELLISON e C. HAYES, [Dispensa. Trad. di Grazia PETTI], Teresianum, Roma 2006.
  • L. J. GONZÁLEZ, Coaching Cognitivo. Mayor inteligencia racional, emotiva y espiritual, Ediciones del Teresianum, México 20042.
  • L. J. GONZÁLEZ, Coaching Cognitivo. Escuela de optimismo, Ediciones Duruelo, México 20042.
  • L. J. GONZÁLEZ, Autodirigirse. Ser el proprio Coach cognitivo, Ediciones Duruelo, México 20052.