Docente: Prof.  DENIS CHARDONNENS

 

Giustificazione

Gesù Cristo, Figlio di Dio incarnato, è il Rivelatore del Padre nello Spirito Santo. Il carattere cristocentrico della Rivelazione manifesta la teofinalità dell’economia della salvezza in Gesù. Questo corso rende conto del contenuto essenziale della fede cristiana.

Obiettivi

Il corso, quale introduzione alla cristologia, cerca di enucleare le linee strutturanti del dato della Rivelazione che concerne il mistero di Gesù Cristo, vero Dio e vero uomo. Questa enucleazione consiste in un’analisi, in chiave teologica, del dato della Rivelazione, in seno alla Tradizione ecclesiale.

Contenuti

Il corso si suddivide in due parti principali:

  1. La fede in Gesù Cristo, morto e risorto: il Signore e il Salvatore del mondo
  2. L’elaborazione della dottrina cristologica nella Tradizione patristica

Metodologia

Partecipazione alle lezioni e letture personali.

Criteri di valutazione

Esame orale. Dagli Studenti ci si attende uno sforzo di sintesi, sulla base dell’assimilazione del corso e secondo lo svolgimento di una riflessione teologica.

Lavoro

Un terzo per le lezioni e due terzi per il lavoro personale.

Bibliografia

  • DURAND E., Jésus contemporain, Christologie brève et actuelle, Paris 2018.
  • GONZÁLEZ DE CARDEDAL O., Cristologia, Cinisello Balsamo (Milano) 2004.
  • GRONCHI M., Trattato su Gesù Cristo, Figlio di Dio Salvatore, Brescia 2008.
  • HURTADO L. W., Signore Gesù Cristo, La venerazione di Gesù nel cristianesimo più antico, 2 voll., [Introduzione allo studio della Bibbia, Supplementi 32-33], Brescia 2006-2007.
  • O’COLLINS G., Cristologia, Uno studio biblico, storico e sistematico su Gesù Cristo, Brescia 20073.
  • SESBOÜÉ B., Gesù Cristo nella Tradizione della Chiesa, Cinisello Balsamo (Milano) 1987.