Docente: Prof.  MATHIEU KACOU

 

Giustificazione

La funzione che la letteratura sapienziale svolge nello sviluppo della teologia dell’Antico Testamento è un fatto che merita di essere messo in luce.

Obiettivo del corso

Favorire una conoscenza generale della letteratura sapienziale nel canone della Bibbia ebraica (Giobbe, Proverbi, Qoelet, Cantico dei cantici, Sapienza, Siracide, Salmi).

Contenuti

Il corso intende dapprima offrire una panoramica della letteratura sapienziale in Israele accennando alle tradizioni sapienziali con le quali Israele è venuto a contatto. In modo particolare, si evidenzierà il cammino di autocomprensione d’Israele, ovvero, la riflessione d’Israele sulla sua identità e specificità, in rapporto al Vicino Oriente Antico e all’Ellenismo. Successivamente, si affronterà ogni libro di cui sarà data un’introduzione, mettendo in lucei messaggi teologici, in rapporto con gli altri libri sapienziali o alcuni temi connessi alla Bibbia. Di ogni libro, è prevista un’esegesi di brani scelti: Gio 3,1-26; 42,1-6; Pr 8; 31,10-3; Qo 3; Ct 3; 8,5-7; Sap 9; Sir 2,1-18; Sal 8; 27,8b.

Criteri di valutazione

Esame orale. L’alunno è valutato in base all’analisi esegetico-teologica di un testo biblico, sapendo fare lavoro di sintesi.

Distribuzione del tempo di lavoro

Gli ultimi cinque minuti di ogni lezione saranno dedicati alle domande, le quali faranno oggetto di discussione e di approfondimento all’inizio della lezione successiva.

Bibliografia introduttiva

  • G. VON RAD, La sapienza in Israele, Torino 1975.
  • R. E. MURPHY, L’albero della vita. Una esplorazione della letteratura sapienziale biblica, Brescia 1993.
  • A. M. LUPO, I libri sapienziali dell’AT. Un cammino di autocomprensione per imparare l’arte del vivere, Roma 2011.